BIOWATCHING - SitoPORTASOLE

Vai ai contenuti

Menu principale:

BIOWATCHING
Il progetto si prefigge di informare e sensibilizzare i ragazzi sul tema della biodiversità al fine di educarli al suo valore, stimolando la loro curiosità, arricchendo il loro contatto con la natura, mi­gliorando le capacità di osservazione attraverso esperienze vissute nell’ambiente, conoscendone le ricchezze, i problemi e imparando a interagire con esso in modo opportuno. Altro obiettivo è quel­lo di invogliarli a conoscere e quindi ad amare la natura nelle sue varie forme, perché amare signi­fica rispettare e tutelare, quindi conservare. Infine si vuole stimolare il loro entusiasmo creando un clima di gruppo che permetta di esprimersi e di familiarizzare con gli altri e con l’ambiente circo­stante, seguito dalla fase dell’esperienza diretta e dell’esplorazione partecipata. 

Un ambiente affascinante come quello del Massiccio della Majella -popolato da una fauna che in­clude tutti gli animali più importanti dell’Appennino e da una flora ricchissima di specie endemiche e rare- si presta egregiamente a diventare laboratorio all’aperto per chi vuole improvvisarsi “detec­tive della natura”, diventando esperto naturalista. Questo progetto intende fornire strumenti su co­me affrontare, divertendosi, lo studio di un ambiente naturale attraverso tecniche, metodologie, trucchi per applicare i principi dell’ecologia e dell’indagine naturalistica. A partire da una breve fa­se introduttiva dedicata alla teoria, si passerà ad affrontare le metodologie di rilievo sul campo delle presenze animali e vegetali fino a giungere alle modalità di elaborazione dei dati raccolti.

Questa proposta di attività di cui il CEA si fa promotore- intende assecondare l’interesse innato che i ragazzi manifestano nei confronti delle forme viventi; in alcuni di loro questo interesse può affievolirsi nel tempo, in altri fortunatamente, si mantiene vivo per tutta la vita. L’azione educativa è finalizzata a incoraggiare la “percezione” della natura immedesimandosi con essa, raccogliendosi in se stessi- ma completamente aperti ad ogni sua manifestazione. Il fine è invogliarli a conoscere per amare e quindi tutelare. Le attività previste si basano su un approccio giocoso ed emotivo, non per questo meno efficace in un meccanismo di apprendimento. 

Il progetto si articola in tre fasi per un totale di 23 ore, la maggior parte delle quali di ricerca sul campo e di laboratorio. Prima di iniziare le attività è previsto un incontro con gli insegnanti a scuola della durata di un ora circa- al fine di organizzare il lavoro che verrà svolto con le classi parteci­panti. 
Attività di un gruppo di allievi in un bosco.
Disegni realizzati durante l'attività.
Lavori realizzati esposti nell'aula didattica.
La prima fase del progetto si svolgerà in aula e all’aperto. In modo particolare, si daranno indica­zioni su come mettere in pratica le attività di indagine naturalistica, effettuando laboratori sul rico­noscimento e sulla conservazione dei vegetali. È prevista un’uscita di scoperta e di conoscenza del territorio della Majella orientale, e al Centro Visite Museo del Parco Nazionale della Majella dotato di un laboratorio scientifico.

La seconda fase si svolgerà nuovamente in aula e all’aperto. Le attività organizzate prevedono la realizzazione di laboratori sulla fauna con diverse attività operative, e un’uscita al Museo Orso Marsicano del Parco Nazionale della Majella nel comune di Palena.
La terza parte del progetto si effettuerà interamente in aula, dove verranno rielaborate, confrontate e discusse le esperienze effettuate durante il percorso didattico; il materiale raccolto e documentato sarà riorganizzato per la realizzazione di un elaborato finale. Si prevede, infatti, la realizzazione di un “museo in valigia” cioè un piccolo campionario, dove riordinare, riorganizzare e avere a portata di mano tutti i reperti raccolti durante le attività.
L’obiettivo finale del progetto è quello di sensibilizzare le generazioni future alla protezione e alla conservazione della natura, assecondando il senso di esplorazione che è insito nei ragazzi, nel ten­tativo di aiutarli a scoprire i meccanismi delle cose che li circondano, guidati dalle conoscenze, dall’intuito, dall’emotività e dal coinvolgimento di tutti i sensi.
 
Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu